fbpx

Il 23 e il 24 novembre si terrà a Rovigo il convegno “Misurare l’italiano”. Organizzato dal Comitato Dante Alighieri di Rovigo in occasione dei 120 anni dalla sua fondazione, l’evento vedrà la partecipazione, tra gli altri, di Silvia Giugni, responsabile del PLIDA, di Barbara D’Annunzio del PLIDA, e del prof. Matteo Santipolo, dell’Università di Padova, membro del Comitato scientifico operativo del PLIDA e socio del Comitato di Rovigo.

La vitalità di una lingua, che ne fa presagire le prospettive future, si può valutare in tanti modi. Sicuramente tra i più efficaci e che meglio ne fotografano lo stato di salute, c’è quello di “misurarla” attraverso le sue varie dimensioni: dal lessico alle strutture più diffuse, dal numero di parlanti nativi a quanti la studiano come lingua seconda o straniera, fino al prestigio internazionale della sua letteratura.

Venerdì 23 Silvia Giugni terrà un intervento dal titolo "Che strumenti abbiamo per misurare l’italiano? L’esperienza della certificazione PLIDA". Sabato 24 Barbara D’Annunzio indagherà su "Quale profilo e quali competenze per il docente di italiano a stranieri?". Chiuderà i lavori Matteo Santipolo, con “Riflessioni conclusive. Misurare l’italiano: come e con quali scopi?”.

Per consultare il programma completo, cliccare qui