fbpx

 

I giorni 19, 20 e 21 ottobre 2016 si terrà a Mendoza in Argentina il XXXII Congresso Internazionale della Lingua e letteratura Italiana, organizzato dall’ADILLI (Asociación De Docentes e Investigadores De Lengua Y Literatura Italiana), associazione che riunisce tutti i docenti di italiano dell’Argentina.
Al congresso che quest’anno è dedicato all’italiano e alla musica, parteciperanno la Dott.ssa Silvia Giugni, Responsabile del PLIDA con l’intervento La Canzone è letteratura: un percorso attraverso i testi cantautoriali e la Dott.ssa Barbara D’Annunzio, Responsabile del Progetto ADA del PLIDA, con l’intervento Le filastrocche popolari e d’autore: da ‘O Bella ciao’ a ‘Ambarabà ciccì e coccò’.
In tale occasione Silvia Giugni e Barbare D’Annunzio presenteranno anche il progetto ADA del PLIDA e il nuovo formato dell’esame di certificazione.

 

Si comunica che di recente è stato rinnovato l’accordo tra il PLIDA della Società Dante Alighieri e la Provincia Autonoma di Bolzano- Alto Adige per la certificazione linguistica italiana dei madrelingua tedesca.

Il PLIDA si è aggiudicato l’affidamento per i prossimi cinque anni, offrendo un piano di certificazione che la Provincia ha scelto tra quelli presentati anche da altri enti.

L’Area Innovazione e Consulenza del Dipartimento Istruzione Tedesca in collaborazione con il Comitato della Società Dante Alighieri di Bolzano sta promuovendo su tutto il territorio la certificazione (vedi allegato).

L’accordo è un ulteriore riconoscimento al valore e al costante aggiornamento scientifico dell’esame PLIDA.

È uscito il volume dal titolo I "territori" dei centri linguistici universitari: le azioni di oggi, i progetti per il futuro che raccoglie gli atti del IX Convegno AICLU (Venezia 4-5-6 giugno 2015) al quale, nella sezione "La definizione e la misurazione delle competenze", hanno partecipato per il PLIDA Silvia Giugni con un contributo dal titolo Programmazione didattica e piano curricolare. Un nuovo sillabo di riferimento: il Piano Ada e Giammarco Cardillo e Paola Vecchio con il contributo Il Nuovo sillabo della certificazione PLIDA e il nuovo formato dell'esame B1.

Il volume è disponibile online all'indirizzo http://www.readmelibri.com/book/9788860087065/i-territori-dei-centri-linguistici-universitari

Nei giorni 8, 9 e 10 settembre 2016 presso il CPIA di Gallarate si svolgerà il corso di formazione e aggiornamento in didattica dell'italiano L2.

Il corso è organizzato in collaborazione tra la Sede Centrale della Società Dante Alighieri e il CPIA di Gallarate.

L'obiettivo del corso è fornire strumenti operativi per i corsi di lingua italiana in contesti di immigrazione e riflessioni su caratteristiche, metodi e approcci della didattica dell'italiano L2 nei CPIA e negli istituti che accolgono utenza straniera. In particolare, verranno proposti laboratori sulla progettazione dell'unità di apprendimento e di attività didattiche in classi ad abilità diferenziate.

Per iscrizioni e info http://www.cpiagallarate.it/ 

Nei giorni 23, 24 e 25 settembre 2016, presso il Comitato Dante Alighieri di Rovigo e sotto la direzione scientifica del Prof. Matteo Santipolo (Università degli Studi di Padova) si svolgerà il Corso di Formazione e Aggiornamento in didattica dell'italiano come L2/LS dal titolo L'italiano per la musica, l'italiano con la musica: riflessioni, percorsi e strategie per la didattica dell'italiano L2/LS.

 

Uno dei campi in cui l’italiano rappresenta fin dal 1500 la lingua internazionale per antonomasia è senza dubbio quello della musica. Da quella classica alla lirica, in molte lingue del mondo la terminologia impiegata (ad esempio: a cappella, adagio, aria, sonata, vibrato, ecc.) è ancora oggi quella italiana. E non vi è alcun dubbio che proprio la lirica e l’opera siano tra i fattori che spingono molti studenti stranieri ad avvicinarsi alla nostra lingua. D’altro canto anche la musica pop, rock, rap, ecc. possono costituire un importante strumento di supporto alla didattica dell’italiano come L2/LS, specie con gli adolescenti. A partire da queste considerazioni il corso si muoverà sostanzialmente su due fronti: da un lato proponendo una riflessione teorico-pratica sull’importanza della didattica della microlingua della musica, soprattutto per studenti di conservatorio; dall’altro sulle potenzialità dell’impiego della canzone contemporanea in glottodidattica, in qualunque tipologia di corso. In entrambi i casi la musica si configura comunque come un imprescindibile aspetto della nostra cultura quotidiana e non e in quanto tale dovrebbe sempre avere uno spazio nei corsi di italiano a stranieri.

 

Il corso si rivolge a:
• insegnanti della scuola primaria e secondaria;
• insegnanti dei conservatori;
• insegnanti di musica che abbiano a che fare con allievi stranieri;
• insegnanti dei C.P.I.A.;
• studenti di corsi di laurea (triennale e/o magistrale) in lingue, lettere, mediazione linguistica, scienze della formazione primaria, ecc.;
• studenti di master in didattica dell’italiano a stranieri o dottorandi in glottodidattica;
• tutti coloro che, a vario titolo, si occupano di didattica dell’italiano a stranieri

 

Docenti del corso:
Prof. Paolo E. Balboni (Università Ca’ Foscari Venezia/Consiglio Scientifico Direttivo PLIDA)
Prof. Matteo Santipolo (Università di Padova/Consiglio Scientifico Operativo PLIDA
Dott. Fabio Caon (Università Ca’ Foscari Venezia/Consiglio Scientifico Operativo PLIDA)
Dott.ssa Silvia Giugni Responsabile del PLIDA (Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri)
Dott.ssa Paola Vecchio Formazione PLIDA (Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri)
Dott. Enrico Lovato Glottodidatta, Docente di Profesorado (Master in didattica dell’italiano LS) di Buenos Aires.

 

Programma

 

Per info e iscrizioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.